Evento: L'inventario delle mappe. Tutte le mappe portano ad una storia
28/10/2018 - 28/10/2018
0 0
Effettua l'accesso per inserire un commento
0/0 Commenti
Inserzionista
Altro
Dettagli
Data di inserimento: 22/10/2018 - 11:00
Luogo: Reggio nell'Emilia (RE) - Emilia-Romagna
Data di inizio: 28/10/2018
Data di fine 28/10/2018
Descrizione
Dietro ogni mappa si cela una storia. Storie di città sulle nuvole, di terre fantastiche che mutano forma, di una regina folle per amore.
Domenica 28 ottobre, alle ore 16.00, nel Palazzo dei Musei di Reggio Emilia (Via Spallanzani, 1), sarà presentato “L’Inventario delle Mappe”, crossover artistico, teatrale e culinario con installazioni dell’artista Daniele Lunghini, una pièce teatrale interpretata da Gianni Binelli e Antonietta Centoducati e “Assaggi dalle Terre Fantastiche” dello chef stellato Simone Ciccotti, accompagnato dallo chef Cristian Benvenuto.
L’evento, parte della rassegna “Il Tè delle Muse”, è promosso dai Musei Civici di Reggio Emilia in collaborazione con L’Artificio Nuovo Circolo degli Artisti ed Esprimi srls.
Il programma del pomeriggio prevede l’introduzione di Lucio Braglia (Presidente L’Artificio) e una disamina dello storico dell’arte Giuseppe Berti sul tema delle mappe tra arte e letteratura. A seguire, la pièce teatrale “L’inventario delle Mappe”, scritta da Daniele Lunghini ed interpretata da Gianni Binelli e Antonietta Centoducati. L’incontro si concluderà con gli “Assaggi dalle Terre Fantastiche” ideati dallo chef Simone Ciccotti e disposti nei centri remoti di una mappa dipinta a mano.
Il Portico dei Marmi ospiterà, inoltre, due grandi installazioni dell’artista Daniele Lunghini, conosciuto e apprezzato per i suoi paesaggi onirici, ambientati in un Medioevo futuribile.
“Machina Birotularis Theatralis” è la scenografia animata della performance. Alta più di due metri, conterrà un rullo di carta illustrato che verrà srotolato durante lo spettacolo e racconterà visivamente i passaggi della storia in totale sincronia con il flusso della recitazione attoriale. Lo stile medievaleggiante, arcaico, meccanico, con un tocco futuristico, è parte dell’epica di Lunghini e di una ricerca che attraversa i segni del tempo. “La Biblioteca delle Mappe” è, invece, una vera e propria libreria, che contiene memorie di viaggi e di esploratori: micro-scenografie incastonate in tavole di legno.
In un pomeriggio d’autunno, all’interno di un Museo che raccoglie importanti collezioni private, Daniele Lunghini svelerà la vita segreta di un collezionista di mappe e le storie fantastiche che ruotano attorno a questi antichi pezzi di carta che, nelle mani dell’artista, prenderanno vita.
Entrata libera sino a esaurimento posti disponibili. Non è necessaria la prenotazione. Per informazioni: T. +39 0522 456816, musei@municipio.re.it, www.musei.re.it. Per approfondimenti: T. +39 348 3026266, daniele@lunghini.it, www.lunghini.it.

Daniele Lunghini, artista, videomaker, illustratore e formatore in corsi di scrittura creativa, gestisce e organizza mostre collettive d’arte nella provincia di Reggio Emilia, sempre a stretto contatto con le istituzioni comunali. Vincitore di numerosi premi internazionali per i suoi cortometraggi animati 3D, ha messo in scena due spettacoli teatrali e svariate performance artistiche.

Gianni Binelli è nato a Firenze e si è formato all’Accademia di teatro di la Spezia. Affianca al lavoro di attore e regista anche l’attività di formatore teatrale. È impegnato nella realizzazione di spettacoli legati a temi civili e sociali.

Antonietta Centoducati è attrice, regista, drammaturga, formatrice teatrale. La sua esperienza è molto vasta: spazia dal teatro classico e storico (celebre la sua interpretazione di Matilde di Canossa), al teatro civile e sociale. Scrive lei stessa i testi degli spettacoli che interpreta.

Simone Ciccotti, 47 anni, dal 1998 è Chef e Patron dell’Antica Trattoria San Lorenzo di Perugia, locale storico del centro del capoluogo Umbro. Da oltre venti anni è portavoce della cucina Italiana all’estero, nelle compagnie alberghiere più grandi del mondo, dove partecipa alla realizzazione di Festival Gastronomici e Show Cooking. L‘innovativa raffinatezza dei suoi piatti è il risultato di un lungo percorso di studi ed esperienze che ha portato Ciccotti ai fornelli dei più prestigiosi ristoranti Stellati.

Cristian Benvenuto, nato a Carate Brianza (Monza) nel 1986, consegue il diploma di tecnico della ristorazione all’istituto Ballerini di Seregno. Dopo diverse esperienze lavorative per ristoranti e pasticcerie, lo chef decide con il padre di aprire un ristorante dall’anima siciliana: “La Filanda” a Macherio. Nel 2018 le collaborazioni con “Palato Italiano” lo hanno portato ad essere uno dei quattro chef operativi per la “Celebrity Fight Night” di Andrea Bocelli.
Altri eventi dell'inserzionista
Noa Noa Art Residency
01/03/2017 - 30/04/2017
Bali
Inserito da CSArt Serri
Noa Noa Art Residency è un progetto di residenza artistica a Bali, finalizzato ad ospitare artisti internazionali nelle migliori condizioni per poter sviluppare la loro creatività in un ambiente immerso nella natura, alla scoperta dell’Oriente Indonesiano.
Noa Noa Art Residency si ispira a alla figura di Paul Gauguin. “Noa Noa” ricorda, infatti, il titolo del diario di viaggio dell’artista che ben sintetizza la filosofia della residenza. «Sono fuggito – scrive Gauguin – da tutto ciò che è artificiale e convenzionale. Qui entro nella Verità, divento uno con la natura».
Il bando è aperto a tutti gli artisti, senza limiti di età e nazionalità, purché dimostrino una significativa competenza nella propria disciplina (pittura, disegno ed illustrazione, installazione, fotografia, video art, digital art) e accettino le condizioni indicate nell’application on line: http://noanoaartresidency.com/apply-now/.
Le iscrizioni sono aperte fino al 30 aprile 2017. I candidati dovranno accompagnare l’iscrizione con cinque opere della loro produzione. Tutte le domande ricevute entro il termine indicato nel bando saranno esaminate da una giuria di professionisti del settore che decreterà i cinque vincitori. La commissione giudicatrice è composta da Martina Corbetta (Presidente), Roberto Pisoni (Direttore di Sky Arte), Rossella Farinotti (Curatore e critico d’arte, titolare di LabRouge), Matteo Bergamini (Giornalista di Exibart).
I cinque artisti selezionati saranno ospitati dal 1 al 17 luglio 2017 in una esclusiva residenza a Bali (Seminyak), dove potranno lavorare utilizzando strutture e materiali forniti dall’organizzazione stessa.
Noa Noa Art Residency, oltre all’ospitalità e allo studio, offre un programma finalizzato all’interazione con artisti locali ed incoraggia l’esplorazione, la ricerca e la creatività con “Artist’s Pocket Diary”, un percorso che comprende l’assistenza al lavoro in studio, escursioni culturali, meeting e laboratori con artisti del territorio.
Al termine della residenza saranno organizzate due mostre: la prima in una galleria di Bali, la seconda in Italia, da Martina’s Gallery (Monza Brianza), entro dicembre 2017.
Per maggiori informazioni sulle modalità e la quota di iscrizione è possibile visitare il sito http://noanoaartresidency.com/.
Conrad Marca-Relli. Tra Figura e Astrazione
08/10/2016 - 10/12/2016
Prato (PO) - Toscana
Inserito da CSArt Serri
“Tra Figura e Astrazione”, dall’8 ottobre al 10 dicembre 2016, Conrad Marca-Relli alla Galleria Open Art di Prato (Viale della Repubblica, 24). Curata da Mauro Stefanini, l’esposizione sarà inaugurata sabato 8 ottobre alle ore 17.30.
A più di dieci anni dalla mostra “Conrad Marca-Relli – Tensioni Composte”, la galleria Open Art di Prato, in collaborazione con l’Archivio Marca-Relli e la Galleria d’arte Niccoli di Parma, presenta una retrospettiva dedicata al grande artista americano, fondatore nel 1949 dell’8th Street Club con Rothko, Kline e De Kooning e, insieme agli stessi, nel medesimo anno, organizzatore dell’importante mostra “Ninth Street Show”, ritenuta la prima esposizione dell’espressionismo astratto.
Dagli anni Quaranta fino alla metà degli anni Ottanta, attraverso più di quaranta lavori, l’opera di Marca-Relli sarà indagata all’interno di questo percorso, a partire dagli esordi legati a un approccio figurativo fino ai collage, tecnica che ha rivisitato con esiti riconosciuti come profondamente originali e spesso su scala monumentale, alle ricerche legate all’astrazione come esito di una sintesi pittorica. Molto prestigiose le provenienze delle opere in mostra, la storia di molte delle quali infatti, si è incrociata con le principali gallerie che hanno contribuito direttamente alla crescita ed alla promozione dei Maestri del movimento artistico più importante del Novecento: le newyorkesi Kootz e Marlborough Gallery, la Makler Gallery di Philadelphia.
Marca-Relli ha avuto un ruolo centrale in un sistema di rapporti e contrapposizioni che hanno attraversato l’arte del secondo Novecento tra Europa e America: questa mostra presenterà una selezione di opere che permetterà di restituire un’ampia prospettiva storica, il suo rapporto con il classicismo e la centralità del ruolo della figura nel suo lavoro.
Considerato uno dei principali esponenti dell’espressionismo astratto, i suoi collages sono esposti nei musei Solomon R. Guggenheim e Withney, ma anche al MoMA e al Metropolitan, dove una sua tela monumentale campeggia di fianco ad un lavoro del suo intimo amico Jackson Pollock, nella sala principale dedicata all’Action Painting.
In occasione della mostra sarà pubblicato un catalogo bilingue, edito da Carlo Cambi editore, con testi critici di Marco Scotti.
L’archivio Marca-Relli, attivo dal 1997 a Parma (nato per volontà dell’artista), ha lo scopo di conservare, promuovere e diffondere la conoscenza dell’opera del Maestro Conrad Marca-Relli.
L’esposizione sarà visitabile fino al 10 dicembre 2016, da lunedì a venerdì con orario 15.00-19.30, sabato ora 10.30-12.30 e 15.00-19.30, chiuso domenica e festivi. Per informazioni: tel. +39 0574 538003, galleria@openart.it, www.openart.it.
Eventi che potrebbero interessarti
Fiera Contemporanea - CESENA
17/05/2018 - 30/10/2018
Prato (PO) - Toscana
Inserito da ExpoArt Magazine
Gentile Artista,
dal 26 al 29 OTTOBRE 2018 si svolgerà la XXII edizione di Fiera d’Arte e Contemporanea CESENA

La contattiamo dalla segreteria organizzativa di ExpoArt per prendere visione della nostra offerta per la pubblicazione sulla nostra rivista d’arte .

Affrettatevi a prenotare la vostra pagina pubblicitaria!!
Pubblicizzate le vostre Opere, il vostro Evento, il vostro Concorso, la vostra Attività Culturale

INVIARE
1- FOTO formato JPG 300DPI
2- Testo formato word (biografia , critica, recensione)
3- Copia ricevuta di pagamento


Avete tempo fino al 25 Settembre per aderire e prenotare il vostro spazio.

Una pagina 70 euro
OFFERTA Doppia pagina 100 euro






La manifestazione più prestigiosa e longeva organizzata da Romagna Fiere prosegue nel suo percorso di crescita qualitativa e dal 26 al 29 ottobre 2018 si svolgerà nuovamente presso Cesena Fiera. Giunta alla 22ª edizione, la mostra-mercato dedicata all’arte Moderna e Contemporanea consolida il suo contesto moderno, facilmente accessibile, capace di accogliere visitatori, galleristi ed artisti con servizi puntuali e all’altezza di ogni necessità. Nei suoi 17.000 metri quadrati di spazi espositivi, recentemente rinnovati, Cesena Fiera garantisce non solo una cornice pregiata, ma anche una possibilità di ulteriore consolidamento dell’offerta al pubblico e dei servizi rivolti alle più importanti Gallerie d’Arte di tutta Italia, molte delle quali ormai fedeli partner di Romagna Fiere. Una Fiera funzionale, in grado di accogliere eventi di eccellenza, capace di attirare sia gli appassionati d’arte sia i collezionisti e gli esperti del settore.





Cordialmente

Staff ExpoArt
www.expoartcc.it

cell. 391 40 41 400
Interni ed Esterni
08/03/2017 - 01/04/2017
Prato (PO) - Toscana
Inserito da Matteo Pingiori
“Interni ed Esterni”
mostra di paesaggi e scene d'interno
da giovedì 23 febbraio a sabato 1 aprile
Inaugurazione giovedì 23 febbraio dalle ore 18:00
Come già consolidato nei mesi precedenti, gli artisti della Liconi Arte presentano una nuova collettiva, esponendo oggi opere incentrate sul paesaggio e nature morte, perché il linguaggio pittorico è nato per rappresentare, dare testimonianza del mondo che ci circonda.
Alessandra Carloni crea paesaggi dove abita la sua fantasia fiabesca unita a una sensibilità tutta femminile. Le scene raffigurate sono la rappresentazione dei sentimenti. La tecnica della Carloni nasce dalla studio dell'illustrazione, del fumetto e della Street Art.
Fabio Carmignani concepisce i paesaggi che rappresenta come uno specchio dell'animo dei suoi personaggi, tanto che in una delle opere presentate il fiume e le sue rive vestono la protagonista dell'opera.
Romain Mayoulou presenta in mostra le suggestioni della sua terra natia, l'Africa, giocando su forme che tendono all'astrazione e colori vivaci.
Daniele Mini per questa collettiva presenta tre città, tre opere che con differenti “tagli prospettici” raffigurano tre paesaggi urbani.
La quinta strada di New York ripresa in un momento del tutto particolare con la luce del mattino o del tramonto; Milano,vista sotto la pioggia, opera che si distanzia dall'iperrealismo puro che caratterizza l'artista e crea l'atmosfera proprio grazie alle pennellate frante. Infine in questa mostra viene presentata un'opera che è la prima di una serie che Mini intende eseguire, aventi come soggetto Torino e le sue atmosfere. I caffè tipici della città vengono riproposti con la tecnica iperrealista, soffermandosi sui riflessi delle vetrine, gli arredi d'epoca e gli avventori del locale.
Marina Tabacco concepisce il paesaggio come un pattern. L'immagine di un villaggio africano, è rappresentato attraverso la raffigurazione di un corteo presso alcune capanne, gli abitanti del villaggio sono puramente delle silhouette monocrome e leggere, ma la drammaticità del momento è rappresentata da una linea rossa che attraversa la scena.
La natura, gli alberi stilizzati di Marina diventano un tessuto di colori scanditi da un ritmo costante, come la vegetazione delle boscaglie del continente africano.
Per la prima volta presso Liconi Arte espone Luisa Albert, artista torinese, formatasi all'Istituto Europeo del Design di Milano. Per la sua formazione artistica di certo è stata rilevante anche l'esperienza presso lo studio del pittore Ottavio Mazzonis. Sin dal 1998 l'artista ha iniziato l'attività espositiva presso importanti gallerie della città e anche di altre regioni. Luisa Albert predilige l'esecuzione di nature morte, paesaggi e ritratti, le sue opere sono entrate a far parte di importanti collezioni istituzionali quali Palazzo Lascaris, Fondazione CRT e Toro Assicurazioni.