Evento: “TUTTO E’ MUSICA”, MOSTRA PERSONALE DI PITTURA DELL’ARTISTA GIANNI DORIGO
01/04/2017 - 15/09/2017
0 0
Effettua l'accesso per inserire un commento
0/0 Commenti
Inserzionista
Altro , Padova
Dettagli
Data di inserimento: 25/03/2017 - 22:36
Luogo: Limena (PD) () -
Data di inizio: 01/04/2017
Data di fine 15/09/2017
Descrizione
Sabato 1 aprile alle ore 18,00, presso la Banca Mediolanum - Family Banker Office, Via del Santo 25, 35010 Limena (Pd), inaugurerà la mostra personale di pittura “Tutto è musica” dell’artista Gianni Dorigo.
A cura di Maria Palladino.
Mostra personale di pittura ispirata al filone cinematografico dei "musicarelli", in voga fra gli anni '50 e i '70 allo scopo di promuovere e diffondere le canzoni e gli artisti del tempo, che hanno fatto storia e che a tutt'oggi costituiscono nomi di grande rilievo e pregio per la nostra nazione, nel panorama intenazionale: Mina, Celentano, Rita Pavone, Caterina Caselli, Little Tony e tanti altri.
Le opere, 30 inediti a tecnica mista su tela dell'artista Gianni Dorigo, ripercorrono, volgendo lo sguardo alle principali correnti del contemporaneo, queste pellicole, "rivissute" e arricchite attraverso la sensibilità, il gusto elaborativo e tecnico, il senso estetico e l'abilità interpretativa dell'artista.
Una esposizione che regala parte di un'epoca restituendola alla nostra attenzione e al piacere dello sguardo, alla memoria comune e, grazie alla qualità sinestetica delle opere, un viaggio introspettivo alla ricerca e alla scoperta di emozioni ritrovate.
17.03.2017 Maria Palladino
Curriculum di Gianni Dorigo
Gianni Dorigo, nato a Ferrara nel 1953, vive a Firenze ed opera come artista dalla fine degli anni Sessanta. Dal 1980 è docente di “Visual design”. Con un’ininterrotta attività, promossa e seguita da gallerie e firme di rilievo, a 21 anni, nel 1974, tiene la sua prima personale e del 1995 è già la sua prima antologica, nel Palazzo Pretorio di Certaldo ( a cura di Claudio Cerritelli). E’ stato invitato a molte delle più importanti rassegne d’arte sia in Italia che in Europa, tra le quali la “Quadriennale” di Roma. Da oltre un ventennio la sua ricerca intesse uno speciale ed originale dialogo tra pittura e cinema. Il cinema diviene non solo fonte iconografica e d’ispirazione narrativa ma riflesso di memorie ed emozioni personali.
La mostra resterà visitabile fino al 15 settembre 2017.
Orario di apertura: lunedì - venerdì 08,30 - 13,15, 14,15 - 18,30. Sabato 09,00 - 13,30.
Ingresso libero.
Per info: Banca Mediolanum Limena (Pd) 049768244
Gianni Dorigo 3478545108 giannidorigo4@gmail.com
Maria Palladino 3341695479 audramsa@outlook.it
https://www.facebook.com/tuttoemusicagiannidorigo/
https://www.facebook.com/Family-Banker-Office-di-Limena-394065624096951/
Altri eventi dell'inserzionista
Mostra personale di pittura "I Cieli di Lucio" del Maestro Lucio Lea
09/04/2016 - 29/04/2016
Padova (PD) - Veneto
Inserito da Maria Palladino
Sabato 9 aprile alle ore 18,00, presso l’Hotel Plaza Padova, Corso Milano 40, inaugurerà la mostra personale di pittura “I Cieli di Lucio” del Maestro Lucio Lea. A cura di Maria Palladino.
Il paesaggio lirico-descrittivo del Maestro Lucio Lea prende le mosse da un’attenta e sentita osservazione della natura, cui si mescola una sempre viva passione letteraria che infonde ispirazione e regala temi e motivi alla sua arte, insieme all’incanto della memoria, la quale attraverso il filtro dell’immaginazione restituisce allo sguardo il paesaggio amato e così intensamente vissuto da divenire il fulcro di tutta la sua produzione pittorica.
Sono scenari principalmente veneti, luoghi in cui il pittore ha trascorso la maggior parte della sua vita, resi con una leggerezza di tocco e una delicatezza e sapienza nelle sfumature e nei trapassi cromatici che testimoniano il lungo e tenace studio della sua materia: il colore, indagato in tutte le sue potenzialità, combinatorie ed espressive. Il colore costruisce il soggetto, la cui matrice generativa si può ricondurre al sentimento romantico della natura, alla tradizione veneta dell’Ottocento, come all’attenzione impressionista per le variazioni atmosferiche e di luce, al simbolismo tonale di stampo pre-espressionista.
Tutti gli elementi della composizione tendono ad un’armonia che è equilibrio di forme solide di base, secondo la visione di Cézanne, come anche ad una fusione dell’uno nel tutto, avvicinandosi al procedimento di analisi del reale e sua trasposizione attraverso i sensi al supporto dipinto, in accordo alla pratica di Monet.
Il pittore è un poeta visionario che si nutre di emozioni, e ciò è provato dal fatto che a monte di queste opere, come all’origine dei loro titoli, vi siano i versi di grandi poeti italiani dell’Ottocento: Leopardi, Manzoni, Foscolo. L’autore realizza una sorta di linguaggio di transizione fra poesia, arte e vita, che dimostra come la sua facoltà creativa riesca a mantenere la freschezza e l’immediatezza comunicativa della fanciullezza e dell’adolescenza: epoca vagheggiata in cui il cielo era - e rimane tuttora agli occhi affascinati dell’artista - latore di sempre nuovi e meravigliosi messaggi di serenità e di pace.
01.04.2016 Maria Palladino
Curriculum di Lucio Lea
Il Maestro Lucio Lea inizia a dipingere intorno al 1968 frequentando lo studio del Maestro padovano Aicardo Mincato.
Dal 1970 frequenta l’Accademia Centri Didattici di Padova e Venezia sotto la guida del Maestro Mariano Missaglia di Venezia, e frequenta inoltre la scuola di nudo “E. Tito” della stessa città. Diventa successivamente allievo di altri maestri nazionali.
Ha fatto parte di vari gruppi di pittori, come quello della Z.I.P. - Padova Arte Oggi, Padova, Associazione Internazionale Artisti Aponensi - Abano Terme, “Il Centro” di Padova, “La Luna Blu” di Rubano (Padova).
Dal 1971 è presente in numerose mostre collettive e personali ed ha partecipato a vari concorsi internazionali, nazionali e regionali, ottenendo lusinghieri successi e numerosi premi
Sue opere si trovano presso gallerie private e pubbliche: Comune di Rubano (Padova) – Museo di Abano Terme (Padova).
Fra le esposizioni e i premi:
Nel 2004 il “Premio Cosmè Tura” - Galleria d’Arte Alba - Ferrara
Nel 2007 la mostra collettiva Galleria “Centro Storico” - Firenze - Diploma di Merito
Nel 2008 la XXII° mostra concorso “Palladio e Palladianesimo” – Galleria “Il Manegium” - Fratta Polesine (Premio Targa Provincia Vicenza)
Nel 2009, 2010 e 2011 la presentazione dei suoi quadri presso la stazione televisiva “La Otto”
Nel 2011 e 2012 la presentazione dei suoi quadri presso la stazione televisiva “Telechiara” di Padova
Dal 2011 al 2014 la presenza ad ArtePadova
Nel 2011 il premio “Artista Internazionale” Annuario Artisti di Successo - Roma 2011 - Galleria “Il Collezionista”
Nel 2013 la presentazione dei suoi quadri presso la stazione televisiva “TV7 - Triveneta - TV7 Arte con voi” - Padova
Nel 2013 la mostra personale al Circolo Ufficiali - Palazzo Zacco - Padova
Nel 2013 la presentazione del suo libro “La cronistoria di Mandria Santa Maria”, a Palazzo Zacco - Padova
Nel 2015 la collettiva presso il Centro d’Arte San Vidal - Scoletta San Zaccaria - Venezia
Nel 2015 la Rassegna Nazionale Dipinti d’Autore - Padova
Nel 2015 il Premio Nazionale “Città di Padova tra Arte e Turismo” - Padova
La mostra resterà visitabile fino al 29 aprile in orario: lunedì – domenica 16,00 – 23,00. Ingresso libero.
Per informazioni:
Lucio Lea:
3387492074 luciolea@tiscali.it
Maria Palladino:
3341695479 audramsa@outlook.it
Hotel Plaza Padova: 049656822
“NATURA NATURANS. APPUNTI INTROSPETTIVI FRA POESIA E VISSUTO”, PERSONALE DELLA PITTRICE EGLE PIASER.
14/04/2018 - 14/05/2018
Conegliano (TV) - Veneto
Inserito da Maria Palladino
Sabato 14 Aprile alle ore 18,30, presso la Galleria Ocragialla Faber, via B. M. Ongaro 44, Conegliano (TV), inaugurerà la mostra “Natura naturans. Appunti introspettivi fra poesia e vissuto”, personale della pittrice Egle Piaser. Con il patrocinio del Comune di Conegliano.
La ricerca artistica di Egle Piaser assume nei suoi soggetti floreali e paesaggistici connotati a tratti ben definiti e delineati - come proprio del gesto deciso e identificante del procedimento incisorio - a tratti labili, sfumati e trascoloranti, quasi disgregati e annebbiati da una pioggia sottile grigio-argentea, che ne altera i contorni di realtà, smorzandone il cromatismo acceso e contrastante o tenuo e dissolvente. Si tratta di una realtà interiorizzata e profondamente elaborata e vissuta, in cui ruolo principale è attribuito al ricordo, al passato che torna a fondersi col presente, come impresso su una antica pellicola alterata dagli anni e da agenti esterni non ben definiti, un diario di memorie in forma di corolle, arbusti ed elementi vegetali e che serba reminiscenze di cose preziose, le quali ancora fanno la vera sostanza e la pienezza della vita.
Nelle opere di paesaggio come nelle composizioni di fiori, caratteristiche preponderanti sono l’equilibrio ricercato e fragile, la staticità dell’istantanea che fissa permanentemente un attimo irripetibile, continuo movimento, sia pure impercettibile e vibrante, alternanza accentuata fra pieni e vuoti, alto e basso, interno ed esterno, in un moto acuito dall’incisività del segno e dalla stessa foga dell’estro pittorico. Questo invade lo spazio, entro e oltre la composizione che arriva a placarsi e trova quiete solo allorché il quadro appare compiuto e la visione acquista una sua pur mutevole e temporanea chiarezza, così come accade comunemente e misteriosamente alla natura nel suo farsi. 02.04.2018 Maria Palladino
EGLE PIASER
Nasce a Conegliano(Treviso) nel 1965, città in cui attualmente vive e lavora.
Diplomata all’Accademia di Belle Arti di Venezia, nel corso di Pittura, insegna Arte e Immagine.
MOSTRE COLLETTIVE E PERSONALI
1994.
“Artisti a Pordenone” Quartiere Fiera, Pordenone
“Architravi dipinti” Galleria Il Cantiere, Venezia
“100 artisti per 100 collezionisti” Galleria Cheiros, Vicenza
“Ritaglia e cuci” personale, Studio Grafo, Mestre (Venezia)
“Sacher & profano” Galleria Crossing, Portogruaro (Venezia)
1995
“Cos’hai che non parli...?” personale Biblioteca di Sarmede (TV)
“Vicenza Arte ‘95” Quartiere Fiera, Galleria Cheiros, Vicenza
“Arte a Pordenone” Quartiere Fiera, Pordenone
“Sacher & profano” Biennale Internazionale della Moda, Venezia
“Etruriarte 95” Quartiere Fiera, Venturina (LI)
1996
“100 artisti per 100 collezionisti” Galleria Cheiros, Vicenza
“Specchio specchio delle...” personale, Galleria La Spirale, Prato
1997
“Nuove figure” Accademia di Belle Arti di Venezia
1999
“Rosa Rosae” Galleria Tuttarte, Prato
2010
“L’art…un langage commun européen” Iistitut Saint-Anne, Gosselies,Belgio
“L’art…un langage commun européen” Biblioteca Publica de Leida,Spagna
2017
“Gatti ad arte” collettiva, febbraio, Palazzo Ragazzoni, Sacile (PN)
“Panorama chiama Europa per l’arte” rassegna di pittura, scultura e fotografia. Maggio, Corte Beato Marco d’Aviano, Palazzo della Provincia, Pordenone.
“Bagliori” 30 giugno – 30 luglio, museo della Lanterna, Genova
“Percorsi di mare fra terra e cielo”, luglio, Pescheria Vecchia, Este (PD)
“Arte natura tradizioni, emozioni da un luogo del cuore” personale, borgo dello scalpellino, Fregona (TV)
“Anime Silenti”, personale presso la Galleria La Teca di Padova
2018
“Arte e Moda a Milano”, mostra collettiva a cura dello storico e critico dell’arte Prof. Giorgio Grasso, presso la Galleria Spaziokappa di Milano, in concomitanza alla “settimana della moda” di Milano 2018
“Arte Contemporanea a Palazzo Fantuzzi”, mostra collettiva a cura di Nadine Nicolai con lo storico e critico dell’arte Prof. Giorgio Grasso, presso Palazzo Fantuzzi di Bologna.
La mostra resterà visitabile fino al 14 Maggio.
Orario di apertura: martedì - domenica, 16,00 – 19,00. Ingresso libero.
Per informazioni: Galleria Ocragialla Faber: 338 8098166
Egle Piaser: egle.piaser@libero.it
Maria Palladino: 3341695479 audramsa@outlook.it
Eventi che potrebbero interessarti
"Pullulat" di Monica Bisogno
09/07/2015 - 15/08/2015
Conegliano (TV) - Veneto
Inserito da galleria berga
Comunicato
Stampa
MONICA BISOGNO
"Pullulat"
Dal 9 Luglio al 15 Agosto 2015
Inaugurazione: Giovedì 9 Luglio ore 21.00, presso i Castelli di Giulietta e Romeo, Montecchio Maggiore (VI)
Contrà Porton del Luzzo, 16 – Vicenza – www.galleriaberga.it – info@galleriaberga.i
Orari: dal Martedì al Sabato, ore 16.30 – 19.30
Ingresso Libero
“...Monica Bisogno è una ricercatrice attenta e preparata, un’archeologa della sua Essenza che vuol
portare alla luce tesori, reperti nascosti nella psiche, reminiscenze ancestrali e concezioni animiche
inespresse. Ella è artista di volumi e forme dinamiche intimamente connesse al mistero della propria
genesi. E’ coinvolta nel profondo in qualcosa che la sua anima avverte distintamente e che le parole
del linguaggio convenzionale non potrebbero esprimere appieno. Inizia un percorso quasi
meditativo di esplorazione libera, svincolata dai canoni del reale manifesto. Non vi è ragionamento
organizzato in via preliminare o la coazione imposta dal pensiero, tuttavia nulla è lasciato al caso.
Forme levigate, leggere e prive di spigoli, fluttuano con assoluta naturalezza in uno spazio indistinto
che le accoglie, come in un gioco di sospensioni.
Il tratto, deciso ed affermato, vuol restituire anzitutto la consistente concretezza delle masse ed il
continuo sussulto di contrazione ed espansione delle stesse. Nella fase realizzativa la Bisogno vuol
rendere tangibile il suo indefinito sentire. La concretezza prende il posto dell’astrazione...”
Giancarlo Bonomo, testo tratto dal catalogo “Monica Bisogno, “Cardioids, forme sottili oltre il
pensiero”, a cura di Giancarlo Bonomo, ed. La Tipografica srl, 2012
Biografia
Monica Bisogno nasce in Svizzera il 24 maggio del 1972 (Rüti nel Canton Zurigo).
Nel 1987 inizia a Torino il Liceo Artistico Statale per poi concluderlo nella sua città d’origine,
Napoli. Nella capitale partenopea approfondisce le sue nozioni presso l’Accademia di Belle Arti
dove nel 1998 si diploma a pieni voti, ottenendo così la licenza in pittura.
Negli anni successivi il suo debutto professionale la impegna in qualità prima di decoratrice
(laboratorio artigianale “I Re Magi”), in seguito come stuccatrice presso la Napoli Restauri.
Nel 2001 il ritorno in Svizzera. Da questo momento in avanti, Monica intraprende un viaggio che la
porta ad analizzare attraverso la pittura, un paesaggio introspettivo, oltre la pelle, oltre la fisicità del
corpo. Non abbandona mai del tutto il linguaggio figurativo, ma sviluppa un codice di forme e
colori che la contraddistingue sempre più.
Finalmente nel 2012, l’incontro con Marina Reina, che diventa sua manager e che la presenta a
Giancarlo Bonomo, critico raffinato e innovativo, conosciuto nell’ambiente artistico e presso la
Biennale di Venezia. Nel 2013 esce la prima pubblicazione “CARDIOIDS, forme sottili oltre lo
spazio”, curata da Bonomo, che viene presentata per la prima volta a Trieste, durante la mostra
omonima. Impegnata quotidianamente nel suo atelier, Monica continua la sua ricerca artistica.
Veritas Feminae - Art Contest
24/03/2016 - 31/03/2016
Caserta (CE) - Campania
Inserito da Gina Affinito
Veritas Feminae è una open call per artisti per un Art Contest che trae spunto da un progetto dell’artista Alec Von Bargen, una serie di fotografie, ritratti-multimediali di donne emarginate.

Le donne: il loro 'Veritas' è un sussurro, un momento, un’ istanza, un respiro, la traccia di una carezza invisibile ... E’ la storia d'amore tra l'osservatore e l’osservato.
Donne isolate, ridicolizzate e abusate. Incomprese e impegnative, forti e guerriere,
provocatorie e rivoluzionarie, un po' per nascita, altre per fortuna, alcune addirittura per scelta.

L’artista è chiamato a confrontarsi con il tema rappresentando la “Donna” (o le “Donne”) ed il loro “Veritas”, il loro stato d’animo, le loro confessioni.

Alec Von Bargen
Artista, fotografo, tenta di catturare una collezione di momenti, sguardi fugaci sul viaggio solitario dell’uomo e sui modi in cui i suoi percorsi inevitabilmente si intersecano con il mondo esterno, in armonia con il contesto storico, politico e sociale. Di recente Alec ha esposto alla 56ma Biennale di Venezia, al Victoria and Albert Museum di Londra e al Festival Internazionale della Fotografia di Arles. Ha vinto numerosi premi internazionali e fa parte di collezioni pubbliche e private a livello mondiale. Il progetto ‘Veritas Feminae’, vedrà le sue immagini, installazioni e video esposti in tutto il mondo nel corso dei prossimi anni.
Alec lavora in tutto il mondo e la sua casa è nella giungla Maya.

Le sezioni e le date
Il progetto, sviluppato dopo attento sopralluogo delle sale o spazi espositivi, prevede l’esposizione di opere
pittoriche
scultoree
fotografiche
piccole installazioni (da concordare con il curatore)
le cui misure non eccedano di 1x1mt (cornice compresa per le opere pittoriche).
Saranno accettate le varie forme stilistiche e tecniche, purché corrispondenti al tema proposto.
Le opere d’arte saranno scelte in base ad una selezione che opererà il curatore della mostra, il critico designato e la Direzione artistica del Polo Culturale che ospiterà la mostra.
L’esposizione avverrà dal 24 al 31 marzo 2016, con inaugurazione il 25 marzo h 18.00
La Location
CasaCava, “Centro per la Creatività” del progetto Visioni Urbane della Regione Basilicata, è nel cuore dei Sassi di Matera, quei Sassi inseriti sin dal 1993 nella Lista del Patrimonio Mondiale UNESCO. Polo culturale della città di Matera, Casa Cava è l’unico centro culturale ipogeo del mondo! L’auditorium di cui scrivono le riviste internazionali di architettura, il simbolo della parabola storica e della rinascita culturale di Matera; un luogo nato come cava di tufo, poi abbandonato e usato come discarica, infine trasformato in centro per la creatività giovanile. (www.casacava.it)
ORARI DI APERTURA
tutti i giorni, tranne i mercoledì non festivi 10.00 – 13.00 / 15.00 – 18.00

I Patrocini
L’organizzazione farà richiesta del Patrocinio Morale del Comune di Matera, Fondazione Matera 2019, Regione Basilicata.
Siamo aperti ad una vostra richiesta di inserimento Patrocinio e/o auspicio Istituzionale.

Allestimento e disallestimento
L’allestimento ed il disallestimeto è a totale cura dell’organizzazione, sotto la direzione artistica e la curatela di Gina Affinito. Etichette descrittive, cataloghi, rassegna stampa e materiale informativo e divulgativo sarà reso disponibile per meglio presentare gli artisti in esposizione.

Struttura della rassegna
La mostra sarà curata dalla dott.ssa Gina Affinito in tutte le sue fasi, in accordo con la struttura ospitante attraverso la sinergia con le maestranze impiegate al progetto. Il servizio di curatela comprende:

Presentazione del Progetto e supervisione e scelta della location
Presentazione degli artisti selezionati alle Istituzioni locali, attraverso vari canali media
* Progettazione Grafica Invito, locandina e catalogo
Allestimento e disallestimento
Rassegna stampa nazionale a cura di un giornalista iscritto all’albo con
invio comunicato stampa ed invito ad una mailing list di:
120 redattori del settore
110 galleristi e curatori,
35 Istituzioni ed Enti Nazionali
570 appassionati d'arte e artlovers
1000 artisti
30 Associazioni artistico-culturale
* Documentazione per immagini della manifestazione
* videoclip delle opere
Testo del Curatore comprendente una cartella
Pergamena di partecipazione agli artisti

Domanda di ammissione
L’artista che vorrà inviare domanda di partecipazione dovrà inviare entro e non oltre la data del 10 marzo 2016 (deadline) all’indirizzo: veritas.matera@gmail.com

foto dell’opera
scheda di partecipazione compilata
eventuale sinossi

Il vernissage
il vernissage avrà luogo venerdì 25 marzo alle ore 18.00 presso la sede del Centro Casa Cava alla presenza degli artisti, appassionati d’arte, addetti del settore e le Istituzioni locali.

Per richiedere il regolamento scrivere a veritas.matera@gmail.com
phone 327.3463882